SISTEMI DI FILTRAZIONE AUTOPULENTI - diedronsrl com

Vai ai contenuti

Menu principale:

SISTEMI DI FILTRAZIONE AUTOPULENTI

PRODOTTI

AUTOPULENTE - FT

I filtri FT sono progettati per la filtrazione di volumi consistenti di liquido lubrorefrigerante, senza che ciò comporti la gestione di materiale filtrante a perdere.
Il filtro FT utilizza come elemento filtrante una speciale tela metallica avvolta attorno ad un tamburo statico/dinamico, mantenuto a tenuta stagna rispetto al corpo del depuratore anche durante la fase dinamica di rotazione.
La tela metallica è permanente e la sua efficienza filtrante viene mantenuta costante grazie ad un esclusivo DOPPIO sistema di lavaggio, realizzato con getti di liquido in contropressione che la puliscono dall’ interno verso l’esterno e con ulteriori getti tangenziali che affinano il lavoro di pulizia effettuato dai primi.
Le portate di lavoro variano dai 100 litri/min fino ai 1000 litri/min.

Aggiungi

                                                                                                                                                                                                          
PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO


Il liquido inquinato verrà convogliato all’ interno del depuratore e da qui, grazie al principio dei vasi comunicanti di Archimede , oltrepasserà la tela metallica entrando all’ interno del tamburo depositandovi le impurità sul lato esterno della tela  stessa. Fino al momento in cui lo strato di sporco depositato sulla tela sarà in grado di consentire un flusso di liquido costante, i livelli all’ esterno e all’ interno del tamburo si manterranno paritari ed il liquido sporco proveniente dall’ esterno continuerà ad attraversare la tela metallica pulendosi.
Quando l’ elemento filtrante avrà raggiunto un grado di intasamento elevato, il livello del liquido sporco comincerà ad aumentare, a questo punto un microinterruttore ad esso collegato comanderà la rotazione del tamburo, al fine di esporre una nuova porzione di tela metallica pulita, in modo da ripristinare l’ equilibrio dei liquidi.
Dopo la rotazione, la sezione di tela filtrante intasata dai fanghi, non sarà più immersa nel liquido, si troverà in una posizione di stand-by , durante la quale il DOPPIO SISTEMA DI PULIZIA provvederà a pulirla in maniera capillare rendendola nuovamente permeabile  per un successivo ciclo di filtrazione. I fanghi una volta staccati dalla tela, saranno raccolti sul fondo del depuratore, dove una draga a facchini provvederà a trasportarli verso l’ esterno. Ogni facchino della catenaria, prima di rientrare nel ciclo sarà a sua volta ripulito da un sistema di spazzole che ne garantiranno il perfetto funzionamento.

AUTOPULENTE SCHEMA

1.  Entrata liquido sporco
2.  Facchini
3.  Tela metallica filtrante
4.  Sistema di lavaggio tangenziale esterno
5.  Sistema di lavaggio radiale interno
6.  Catene
7.  Interruttore
8.  Tamburo rotante
9.  Uscita liquido filtrato
10. Scarico fanghi



 
Torna ai contenuti | Torna al menu